AOLE FRITTE

Per tre anni, dal 2011 al 2014, la pesca delle alborelle (o àole) è stata giustamente vietata sul lago di Garda perché considerata una specie a rischio estinzione, mentre oggi, seppur il suo numero non sia ancora quello di un tempo, i pescatori hanno la possibilità di catturare questo pesce e di gustarselo poi con la ricetta che prediligono. 

 

Ecco quelle delle àole fritte.

 

INGREDIENTI:

 

  • 400 grammi di àole (o alborelle) fresche; 
  • farina; 
  • olio extravergine d'oliva; 
  • sale.

 

PROCEDIMENTO: 

 

Lavate le alborelle sotto acqua corrente, asciugatele bene e infarinatele. 

 

In una padella scaldate abbondante olio, immergete le àole e friggetele fino a quando assumono un colore dorato. 

 

I migliori per friggere sono l’olio di oliva e l’olio di arachidi perché mantengono meglio le alte temperature senza alterare le loro caratteristiche. Accertatevi però che la temperatura dell’olio non superi mai i 175°C.

 

Raccoglietele con la schiumarola e ponetele ad asciugare su un foglio di carta assorbente da cucina. 

 

Cospargetele con del sale e portatele in tavola caldissime, accompagnate da una polenta morbida appena fatta. 

Vuoi essere presente nei nostri canali?

045-824.04.77 | info@whatsupsrl.com
COPYRIGHT © 2020 WHAT'S UP AGENCY - Privacy Policy